Le Sedi Provinciali

Novara 03213338803213995640321399565

Vercelli 0161251687

Verbania 032352385

Email: piemontenord@cna.it

Il manifesto CNA per le prossime elezioni, “La politica rilanci il Patto Sociale”

Il manifesto CNA per le prossime elezioni, “La politica rilanci il Patto Sociale”

CNA Piemonte Nord aderisce al Manifesto lanciato da CNA nazionale e lo propone ai leader politici del territorio e ai candidati alle prossime elezioni politiche indette per il 25 settembre 2022, con la volontà di contribuire a una legislatura che sia a misura di artigiani e piccole imprese.

“CNA – spiega il direttore CNA Piemonte Nord Marco Pasquino – ha preparato un decalogo, una serie di proposte concrete per un nuovo Patto Sociale per riavviare con forza lo sviluppo economico e sociale dell’Italia. Chiediamo ai rappresentanti politici del nostro territorio e a coloro che si candidano ad entrare in Parlamento, ai quali lo invieremo, di farsi parte attiva in una strategia di rilancio che parta dal livello periferico e arrivi a quello nazionale”.

È necessario che alla cultura emergenziale si sostituisca una ritrovata capacità di guardare le profonde trasformazioni che investono la società italiana – afferma Massimo Pasteris, presidente CNA Piemonte Nord – in modo da recuperare la centralità dei soggetti sociali, veri e propri connettori ai processi reali. L’artigianato e la piccola imprenditoria diffusa sono il perno del modello produttivo del nostro Paese. Questo modello è un fattore di innovazione continua, di creazione di lavoro qualificato in sintonia con il territorio. Ai nuovi parlamentari e al nuovo Governo che usciranno dalle urne proponiamo un nuovo Patto Sociale che ci mettano nelle condizioni di affrontare e superare le tante sfide con le quali dobbiamo misurarci, dall’attuazione del PNRR, alla transizione ecologica, la crisi energetica, le incognite della Guerra e il post pandemia”.

Il pacchetto organico di proposte è suddiviso in dieci capitoli dedicati a:

  • Energia, con un focus sulla scelta strategica dell’autoproduzione
  • Semplificazione, ritenuta la strada maestra del cambiamento
  • Politica industriale, tagliata su artigiani e piccole imprese
  • Export, Made in Italy, Turismo, tre leve di crescita
  • Lavoro, contrattazione collettiva, formazione, rappresentanza, per favorire una occupazione di qualità e uno scatto di produttività
  • Fisco, chiesto più leggero, più semplice e più orientato all’espansione
  • Concorrenza, in un’ottica di tutela delle piccole imprese
  • Infrastrutture, materiali e immateriali, per irrobustire l’ossatura del nostro Paese
  • Legalità, da perseguire combattendo la criminalità ma anche tutte le forme di abusivismo, sommerso, riciclaggio e usura
  • Welfare e Pensioni, per assicurare condizioni dignitose agli anziani e ai cittadini più fragili

Scarica e leggi il Programma integrale

Scarica il Manifesto della CNA

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com