Le Sedi Provinciali

governo Tag

Il dato Istat diffuso il 31 gennaio ha confermato quanto era nell’aria: l’Italia è precipitata in recessione dopo due trimestri consecutivi di contrazione dell’economia. Nel contempo, Eurostat ha segnalato un rallentamento della crescita nell’Eurozona, che però rimane in terreno positivo.Per la CNA, da questo combinato emerge che quando i partner europei hanno il raffreddore, il nostro Paese prende la febbre. A dimostrazione che la debolezza...

Read More
novità del decreto dignità

Sono in vigore dal 14 luglio le norme del Decreto Dignità, che ora è all'esame delle Camere per la sua approvazione in Legge. Le norme contenute, però, preoccupano e deludono la CNA e le piccole imprese."Il Decreto Dignità, il primo atto organico del Governo Conte in tema di economia e lavoro - afferma il presidente della CNA nazionale Daniele Vaccarino - contiene disposizioni che preoccupano...

Read More
decreto dignità

Sul Decreto Dignità la CNA esprime un giudizio negativo: con la reintroduzione di clausole rigide sono infatti penalizzate le imprese che stanno creando occupazione. Questo provvedimento delude le aspettative di artigiani e piccoli imprenditori.“Il primo atto di questo nuovo Governo nell’ambito del Decreto Dignità – afferma Donato Telesca, presidente CNA Piemonte Nord - ha profondamente deluso le aspettative degli artigiani e dei piccoli imprenditori. Il...

Read More

Le richieste della CNA al Governo per il 2016: deduzione totale dell’Imu sugli immobili strumentali e consistente taglio dell'Irap Cosa ci aspettiamo per il 2016? Più lavoro, meno tasse, meno burocrazia, più credito. Nell'attesa che queste richieste si tramutino con la Legge di Stabilità in provvedimenti concreti, così che possiamo vederne finalmente gli effetti, per Natale avanziamo due richieste al Governo che potrebbero essere esaudite facilmente:...

Read More

La CNA, che rappresenta interessi e aspettative di tantissimi artigiani e di piccole imprese, chiede al nuovo Governo di non sprecare mesi preziosi. Le ragioni del lavoro, dell'impresa, degli italiani, non possono essere surgelate. Vanno chiuse al più presto le partite rimaste aperte dalle dimissioni dell'ex presidente Renzi, quelle accantonate durante la lunga vigilia referendaria, addirittura atti amministrativi che attendiamo da alcuni anni a dormire...

Read More