Free cookie consent management tool by TermsFeed Policy Generator
cna-piemontenord-logo-colore-bg

Novità Testo Unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

È entrata in vigore la nuova norma che prevede un’ulteriore stretta per le aziende che non rispettino e non facciano rispettare la normativa contenuta nel Testo Unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al D. Lgs 81/2008.

Le novità più rilevanti per le imprese riguardano l’obbligo di formazione dei datori di lavoro, l’individuazione per tutte le attività del preposto e l’obbligo dell’addestramento dei lavoratori sull’utilizzo dei macchinari, attrezzature, prodotti chimici e dispositivi di protezione individuale, come segue.

NUOVI OBBLIGHI DI FORMAZIONE E ALTRO

– Formazione adeguata e specifica dei datori di lavoro con relativo aggiornamento periodico;
– individuazione del ruolo di “preposto” con obbligo di formazione specifica e relativo aggiornamento periodico svolti in presenza, con rinnovo almeno biennale;
– attività di “addestramento”, in capo al datore di lavoro, che consiste in una prova pratica per l’uso corretto e in sicurezza di attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi, (anche di protezione individuale) oltreché nella esercitazione applicata nel caso di procedure di lavoro in sicurezza;
– gli interventi di addestramento devono essere tracciati in apposito registro (anche informatizzato);
il Registro degli interventi di Addestramento dovrà essere presente in ogni azienda dove si rende necessario l’Addestramento.

NUOVO ACCORDO STATO REGIONI SULL’ATTIVITA’ DI FORMAZIONE

E’ atteso entro il prossimo 30 giugno 2022 l’accordo adottato dalla Conferenza permanente Stato-Regioni che prevede l’accorpamento, con possibili modifiche, di tutti gli Accordi attuativi del Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro in materia di formazione.
Questo provvedimento si pone i seguenti obiettivi:
– facilitare l’individuazione della durata, dei contenuti minimi e delle modalità di svolgimento della formazione obbligatoria a carico del datore di lavoro;
– favorire la puntuale determinazione delle modalità della verifica finale di apprendimento, obbligatoria per i lavoratori di tutti i percorsi formativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
– verificare l’efficacia della formazione effettuata durante lo svolgimento della prestazione lavorativa.

Seguiranno aggiornamenti.
Per informazioni, Servizio Ambiente e Sicurezza CNA Piemonte Nord

Condividi

Richiedi informazioni

Leggi altre notizie