Free cookie consent management tool by TermsFeed Policy Generator
cna-logo
Cerca
Close this search box.

Taxi rosa a Novara, iniziativa per le donne dall’8 marzo all’8 aprile 2023

Parte mercoledì 8 marzo 2023 a Novara ‘Taxi Rosa’, l’iniziativa nata dalla collaborazione fra l’assessorato al Commercio del Comune di Novara, l’Associazione Soroptimist Club Novara, CNA Piemonte Nord, Confartigianato Imprese Piemonte Orientale i tassisti sul territorio cittadino che hanno manifestato la propria disponibilità.

Il progetto costruito insieme prevede uno sconto di 3 euro anche sulla tariffa unica per le donne che dall’8 marzo all’8 aprile 2023 utilizzano il servizio taxi da sole o in gruppi di sole donne, o con minori, indipendentemente dalla fascia oraria. Allo sconto si aggiunge anche un ulteriore servizio: il conducente del taxi attenderà che la cliente abbia raggiunto l’accesso all’abitazione o altro luogo indicato, prima di riavviare la vettura.

L’iniziativa ‘Taxi rosa’ a Novara ha una duplice finalità: quella di incentivare l’utilizzo di un mezzo sicuro come il taxi, che rappresenta anche un presidio del territorio, e quella di garantire la sicurezza delle donne.

I taxi che hanno aderito all’iniziativa esporranno in modo visibile sull’autovettura adibita al servizio taxi il ‘bollino rosa’ identificativo, che sarà rimosso al momento dell’esaurimento delle corse previste, in totale 500.

“Abbiamo accolto subito quest’idea – afferma Alessandro Valli, responsabile CNA Piemonte Nord per la categoria dei tassisti – così come i tassisti nostri associati. I tassisti novaresi sono parte integrante della città e già quotidianamente svolgono la loro attività con coscienza e responsabilità. Ad esempio, è prassi ormai attendere l’entrata in casa delle donne prima di ripartire. Questa specifica iniziativa, seppur limitata nel tempo, è lodevole e permette di far capire che i tassisti, che svolgono un servizio pubblico a tutti gli effetti, vogliono essere parte attiva nelle iniziative di miglioramento della qualità della vita e della sicurezza, in particolare delle donne”.

Condividi

Richiedi informazioni

Leggi altre notizie