Free cookie consent management tool by TermsFeed Policy Generator
cna-logo
Cerca
Close this search box.

Cartelle esattoriali, la sospensione arriva al 31 maggio 2021

Ancora una proroga per la sospensione delle attività di riscossione e notifica delle cartelle. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto che è in corso di definizione il provvedimento normativo che differirà al 31 maggio 2021, il termine di sospensione delle attività di riscossione, attualmente fissato al 30 aprile 2021 dal Decreto Sostegni (art. 4 del D.L. n. 41/2021).

La sospensione, introdotta a partire dall’8 marzo 2020 dall’articolo 68 del D.L. n.18/2020, riguarda tutti i versamenti derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di addebito Inps agli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, nonché l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare procedure cautelari o esecutive di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti.
Interessati dalla sospensione dovrebbero essere anche gli accertamenti esecutivi dei Comuni e altri enti locali per le ingiunzioni fiscali e accertamenti doganali.

Quindi, come per il passato, si agisce su due fronti: da una parte, slitta la sospensione delle cartelle (da fine aprile a fine maggio) e, dall’altra, i pagamenti in scadenza dovranno essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione e, dunque, entro il 30 giugno 2021.

Per informazioni, Servizio Fiscale CNA Piemonte Nord.

Condividi

Richiedi informazioni

Leggi altre notizie