Le Sedi Provinciali

Messaggio del presidente e del direttore CNA Piemonte Nord agli associati

Messaggio del presidente e del direttore CNA Piemonte Nord agli associati

Cari associati,

la diffusione del COVID-19 sta minacciando la salute dei cittadini e generando un sentimento comune di fragilità e di esposizione a rischi che non avevamo sinora considerato. Fino a qualche settimana fa la diffusione del virus sembrava circoscritta alla Cina e i timori per le sorti della nostra economia derivavano soprattutto dall’impatto della diminuzione della domanda della principale economia asiatica sulle nostre esportazioni.

Oggi il quadro di riferimento è drasticamente mutato. L’epidemia ha innescato con la stessa rapidità un rallentamento dell’attività economica che sta interessando tutta l’Italia. Interi settori si sono fermati e la maggior parte delle imprese registra cali mai sperimentati in precedenza. Una situazione del tutto inedita e per certi versi paradossale che ci obbliga ad adottare soluzioni e comportamenti destinati a modificare, sia pur temporaneamente, le nostre quotidiane abitudini e attività.

Siamo tutti chiamati ad un sacrificio individuale per il bene della collettività. Siamo tutti chiamati a seguire le indicazioni fornite dalle Istituzioni.

Il Governo ha adottato misure restrittive alla mobilità dei cittadini e allo svolgimento delle attività per contenere e rallentare il contagio in modo da avere il tempo necessario ad adeguare la capacità di assistenza sanitaria a coloro che hanno bisogno di ricovero nelle strutture ospedaliere.

La CNA mantiene dall’inizio della crisi un confronto costante con il Governo e le Istituzioni impegnate. Ha contribuito a fornire un quadro aggiornato delle complesse situazioni che devono fronteggiare le imprese e ha proposto interventi per alleviare le difficolta di artigiani, imprenditori e professionisti alle prese con il sostanziale blocco dell’attività. Le nostre richieste vanno nella direzione di non sottrarre preziosa liquidità in una fase in cui non si realizzano incassi.

Quindi abbiamo chiesto l’adozione di misure di emergenza quali la sospensione del versamento delle imposte, delle cartelle esattoriali, dei contributi e dei pagamenti delle utenze. E ancora il potenziamento del fondo di garanzia, il sostegno al reddito dei dipendenti attraverso la cassa integrazione in deroga, il rinvio di scadenze e di adempimenti (approvazione e deposito bilanci, mud, decreto sulla crisi d’impresa, l’utilizzo degli ISA nonché la proroga della validità delle autorizzazioni amministrative).
Per la seconda fase sollecitiamo l’adozione di interventi per alleggerire gli oneri burocratici e sostenere l’attesa ripresa della domanda e degli investimenti pubblici e privati. Il Governo ha appena annunciato lo stanziamento di 25miliardi di euro per l’emergenza e per compensare tutti i danni che la situazione economica, che si va profilando, potrà generare.

CNA Piemonte Nord, con la collaborazione di tutto il suo personale, si sta impegnando per garantire come sempre supporto e assistenza alle imprese, anche in questa difficile situazione.
I nostri uffici, pur nella difficoltà, sono operativi. Potete contattarci telefonicamente o via e-mail. Per la salvaguardia della salute di tutti, vi invitiamo a privilegiare questi canali e di recarvi personalmente negli uffici solo per questioni e pratiche urgenti e su appuntamento. Risolveremo comunque il vostro problema con la massima attenzione.

Siamo e saremo sempre a fianco degli imprenditori associati. Continuiamo e continueremo ad esserlo, fiduciosi che l’Italia possegga tutte le risorse per poter presto uscire da una situazione tanto complicata.

Un abbraccio “virtuale” a tutti.

Donato Telesca – Presidente CNA Piemonte Nord
Elio Medina – Direttore CNA Piemonte Nord