Le Sedi Provinciali

Ristrutturazioni, da settembre obbligatoria la comunicazione all’Enea

Ristrutturazioni, da settembre obbligatoria la comunicazione all’Enea

La Legge di Bilancio 2018, nel ritoccare come ogni anno le detrazioni per i lavori in casa, aveva disposto l’estensione generalizzata dell’obbligo di comunicazione all’Enea delle ‘informazioni sugli interventi effettuati’, analogamente a quanto già previsto in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici.
L’adempimento è in vigore dal 1° gennaio 2018, ma finora è stato impossibile inviare le comunicazioni, perché mancavano le istruzioni operative.

L’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) informa che il sito internet dedicato alla trasmissione dei dati relativi agli interventi ammessi alle detrazioni fiscali del 50% sta ultimando la fase di prova e sarà online a settembre.

In pratica, bisognerà effettuare, per tutti gli interventi di recupero edilizio, un invio di dati simile a quello che oggi viene fatto per l’ecobonus. Questo servirà a monitorare in maniera più analitica gli effetti delle opere realizzate.

L’Enea sottolinea, però, che è in attesa di specifiche indicazioni da parte delle istituzioni di riferimento sulla tipologia di interventi per i quali occorre procedere alla comunicazione, le informazioni e i dati che devono essere trasmessi, le modalità e le relative tempistiche da rispettare. Non appena ricevute le indicazioni necessarie, l’Agenzia predisporrà il sistema informativo per consentire agli utenti la trasmissione dei dati. Tenuto conto che l’obiettivo della legge è il monitoraggio energetico, l’Enea ritiene che la trasmissione dei dati debba avvenire solamente per gli interventi che comportano la riduzione dei consumi energetici o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia.

Per informazioni rivolgersi al Servizio Fiscale CNA Piemonte Nord.