Le Sedi Provinciali

Divieto pagamento in contanti delle retribuzioni, le precisazioni dell’INL

Divieto pagamento in contanti delle retribuzioni, le precisazioni dell’INL

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha recentemente fornito delle precisazioni riguardo il divieto di pagamento in contanti della retribuzione in vigore dal 1° luglio 2018, in particolare sulla modalità di calcolo della sanzione amministrativa prevista in caso di violazione dell’obbligo di tracciabilità e mezzi di pagamento e sul trattamento degli anticipi di cassa per spese.

L’ente ha chiarito che i mezzi di pagamento individuati dalla norma riguardano esclusivamente gli elementi della retribuzione.

Il loro utilizzo non è quindi obbligatorio per la corresponsione di somme erogate a diverso titolo, quali anticipi di cassa effettuati per spese che i lavoratori devono sostenere nell’interesse dell’azienda e nell’esecuzione della prestazione, come ad esempio rimborso spese viaggio, vitto, alloggio.

Per informazioni rivolgersi al Servizio Paghe CNA Piemonte Nord.