Le Sedi Provinciali

Vaccarino confermato presidente CNA, Telesca nella nuova Direzione

Vaccarino confermato presidente CNA, Telesca nella nuova Direzione

L’imprenditore piemontese Daniele Vaccarino è stato confermato presidente CNA nazionale per i prossimi quattro anni all’unanimità dall’assemblea riunita a Roma venerdì 27 ottobre. Il presidente della CNA Piemonte Nord Donato Telesca è stato eletto membro della nuova Direzione nazionale. A loro, e a tutti i neo eletti della nuova Presidenza e Direzione CNA, le nostre congratulazione e gli auguri di buon lavoro.

All’appuntamento a Roma ha partecipato la CNA Piemonte Nord con i suoi delegati e funzionari: Donato Telesca (presidente), Massimo Pasteris (presidente area Vercelli), Enea Vada (presidente area VCO), Franco Lobascio (delegato area Vercelli), Fausto Sgro (delegato area VCO), Elio Medina (direttore), Maria Grazia Pedrini (responsabile area sindacale).

Sono intervenute diverse autorità: la presidente della Camera, Laura Boldrini, il ministro per il Lavoro e le Politiche Sociali Giuliano Poletti e il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.

Uno spettacolo di suoni e musiche ha testimoniato il dinamismo e la vitalità del sistema delle piccole imprese: 50 ballerini hanno rappresentato in apertura della parte pubblica dell’assemblea le tante anime del multiforme e variegato sistema imprenditoriale animato da artigiani, piccole e medie imprese.

Poi il discorso di Vaccarino: “Il Paese – ha detto – sta ritrovando la rotta della crescita e sta riprendendo a navigare in mari più calmi. Ci chiamano i piccoli: dovrebbero chiamarci i giganti, come Gulliver, ma impigliati da fili come i tempi della giustizia civile, i costi di energia e burocrazia. Per tagliare questi fili serve collaborazione di istituzioni e forze sociali”. 

Rivolto al ministro Poletti, Vaccarino ha definito l’abolizione dei voucher “un errore madornale”. Rivolto alla ministra Fedeli, dal canto suo, Vaccarino ha ricordato la necessità di “scuole e istituti che preparino studenti a entrare nelle nostre imprese e processi di inserimento dei laureati nei nostri contesti lavorativi”.

Importante momento, la firma del protocollo tra CNA e il ministero dell’Istruzione: sul palco Vaccarino e la Fedeli hanno sottoscritto il documento sull’alternanza scuola lavoro, strumento importante di relazione tra mondo del
lavoro e mondo dell’istruzione. Quanto alla Legge di Bilancio 2018, Vaccarino ha ricordato gli aspetti su cui si auspica un intervento correttivo da parte del Parlamento.

Vaccarino, durante il suo primo mandato, ha condotto la CNA attraverso un percorso di profondo rinnovamento e di cambiamento, finalizzato a farla diventare un sistema maggiormente omogeneo e coeso, sempre più vicino alle
imprese e sempre più protagonista nelle trasformazioni del Paese. Ora guardiamo al futuro.